Birdwatching _Oasi WWF di Persano (Sa)

postato in: All posts, Campania360°, Italia | 0

Sono 110 le oasi WWF in tutta Italia, il 10% di queste sono in Campania; un patrimonio naturalistico da non sottovalutare.

L’Oasi di Persano è stata la prima ad essere istituita, nel 1980, situata poco lontana da Salerno, tra i comuni di Serre e Campagna. L’evoluzione del paesaggio ha seguito per secoli le dinamiche del fiume Sele, con le sue periodiche inondazioni, fino agli inizi dello scorso secolo con la bonifica e la costruzione della diga che ha permesso il formarsi di uno specchio d’acqua, habitat perfetto per molte specie di uccelli acquatici.

oasi-wwf-persano (8)

La flora dell’Oasi è assai ricca. Il bosco igrofilo ospita tutte specie legate all’acqua, dal salice al pioppo bianco e soprattutto l’ontano nero. Il sottobosco raccoglie numerose felci, chiazze in fiore di giglio d’acqua.
L’area palustre invece è in gran parte formata dal canneto. Nell’oasi sono presenti ben nove specie di orchidee selvatiche.

oasi-wwf-persano (1)

La parte più stimolante è sicuramente l’osservazione della fauna. Il silenzio che viene rotto soltanto dai versi o dal battere delle ali degli uccelli acquatici è un’esperienza coinvolgente. Armati di macchina fotografica e di binocolo è possibile cogliere la spettacolarità di questi ambienti sperando che si mostri l’animale simbolo del parco: la lontra.

Non sempre si ha questa fortuna, questo meraviglioso animale è oggi il mammifero più minacciato di estinzione in Italia e proprio il bacino del Sele è il luogo dove è più tutelato. Ciò che si ha occasione di vedere sono i diversi tipi di uccelli: il cormorano, il germano reale, la gallinella d’acqua, la folaga, il tuffetto e l’airone cenerino. Il protagonista è l’airone bianco maggiore, con le sue piume bianche attira inevitabilmente l’attenzione, mentre elegante sosta nelle varie zone dell’oasi.

oasi-wwf-persano (5)

Altro spettacolo lo offrono i rapaci, quelli più comuni come il gheppio e la poiana, ma anche il nibbio bruno e il falco pellegrino che scendono dalle vicine montagne per la caccia, volteggiando elegantemente sullo specchio d’acqua. Non bisogna trascurare il fatto che l’oasi di Persano è anche una zona di sosta per uccelli migratori.

oasi-wwf-persano (6)

Un’area naturale, di incredibile bellezza e di estrema importanza per la flora e la fauna locale, su un territorio minacciato costantemente dalla cementificazione; protetto e custodito dai pochi volontari del WWF, dovrebbe rappresentare un punto fermo per la difesa dell’ecosistema campano.

oasi-wwf-persano (4)

oasi-wwf-persano (2)

oasi-wwf-persano (7)

oasi-wwf-persano (11)

oasi-wwf-persano (3)

oasi-wwf-persano (10)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.